Da scaricare:


Scarica il catalogo 2016 de La Strega in formato .pdf


Listino prezzi 2015/2016


Scarica adesso il prontuario della Campagna per la tutela degli integratori alimentari

bioalimenti.jpg
Scarica il comodissimo mini-glossario sui Bioalimenti


« Cookie law | Main | GI Natural, Supporto Naturale per la Salute del Tratto Digerente (NEW) »


PrintVersione Stampabile




Studio - Vitamina D nella medicina preventiva: stiamo ignorando le evidenze?

Br J Nutr. 2003 May;89(5):552-72.

Vitamin D in preventive medicine: are we ignoring the evidence?

Zittermann A1.

Vitamina D nella medicina preventiva: stiamo ignorando le evidenze?


[…] E’ oggi comunemente accettato il fatto che bassi livelli di vitamina D sono coinvolti nella patogenesi dell’osteoporosi. Inoltre l’insufficienza di vitamina D può portare a un disturbo funzionale dei muscoli.

I dati epidemiologici indicano stati di bassi livelli di vitamina D nella tubercolosi, nell’artrite remautoide, nella sclerosi multipla, nelle infiammazioni da intestino irritabile, ipertensione e in alcune specifiche forme di cancro.


Alcuni studi hanno dimostrato che l’integrazione della vitamina D o i suoi metaboliti sono in grado di: (i) ridurre la pressione sanguigna nei pazienti affetti da ipertensione; (ii) incrementare i livelli di glucosio nel sangue dei pazienti diabetici; (iii) migliorare i sintomi dell’artrite remautoide e della sclerosi multipla. Il dosaggio orale per raggiungere livelli adeguati di siero 25(OH)D [25-hydroxyvitamin D] sono probabilmente molto maggiori delle raccomandazioni attuali di 5/15 microgrammi al giorno.



Fonte: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12720576
PrintVersione per la stampa